TARI

Last update 8 March 2023

TARI anno 2022 - Trasparenza Rifiuti - Carta della qualità del servizio

Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 in data 27 aprile 2022, pubblicata sul sito del Dipartimento delle finanze del Ministero dell'Economia e delle Finanze il 22 giugno 2022, sono state approvate le tariffe della tassa sui rifiuti relative all'anno 2022.

Il tributo TARI 2022 è calcolato sulla base delle informazioni presenti nelle banche dati comunali.
Il pagamento della TARI 2022 in unica soluzione è previsto con scadenza al 10 dicembre 2022; in alternativa è possibile pagare in 3 rate con scadenza 10 settembre 2022 (prima rata), 10 dicembre 2022 (seconda rata), 10 marzo 2023 (terza rata).
La TARI 2022 dovrà essere pagata con il sistema PagoPA secondo le modalità indicate nell’avviso di pagamento che verrà inviato ai contribuenti (pagamento presso gli uffici postali e sportelli bancari, ricevitorie, tabaccai, supermercati aderenti alla piattaforma PagoPA, con home banking, tramite l’app IO e online  accedendo al portale Pago PA dalla home page del sito del Comune di Moncalvo). Sono ammesse altre modalità di pagamento previo accordi con l'Ufficio Tributi.
Dall’importo dovuto sono già stati dedotti gli eventuali crediti derivati da versamenti effettuati in eccesso negli anni precedenti.

Trasparenza Servizio Gestione Rifiuti Urbani 

Tutte le informazioni relative alla TARI, ivi comprese le tariffe, le modalità e le scadenze per il pagamento, il vigente regolamento concernente tra l’altro eventuali riduzioni ed agevolazioni, i termini di presentazione della dichiarazione, nonché tutti gli atti inerenti il tributo, le modalità di raccolta e corretto conferimento, il calendario e gli orari e la modulistica necessaria, come previsto dalla deliberazione ARERA n. 444/2019/R/rif e dal TQRIF Allegato 1 a delibera Arera n. 15/2022/R/Rif,  sono disponibili nel "Portale trasparenza servizio di gestione dei rifiuti urbani" accessibile cliccando sul seguente banner:



Carta della qualità del servizio rifiuti - Gestione tariffe e rapporto con gli utenti

La Carta della qualità del servizio è il documento in cui sono specificati gli obblighi e i livelli di qualità attesi per i servizi erogati e le loro modalità di fruizione, ed è finalizzata a garantire  chiarezza  e trasparenza nel rapporto tra gli utenti e il Comune, facendo conoscere all’utente che cosa deve attendersi dai servizi e dalle prestazioni erogate dal Comune, e le regole di relazione tra lo stesso utente e i gestori del servizio.
All’interno della Carta sono specificati i ruoli e le competenze dei gestori (Cosmo e Comune) e a chi l’utente deve rivolgersi per avere informazioni, presentare reclami, richiedere rettifiche o rimborsi, presentare le dichiarazioni Tari di inizio, variazione o cessazione occupazione (attivazione, variazione e cessazione del servizio).
La Carta della qualità del servizio rifiuti - gestione tariffe e rapporto utenti è scaricabile dal Portale trasparenza servizio gestione rifiuti urbani, al quadro 3.1.g. E' altresì pubblicata nella sezione Amministrazione Trasparente - sottosezione Servizi erogati - sottosezione Carta dei servizi e standard di qualità, del sito istituzionale  



Atti amministrativi consultabili

Regolamento per disciplina della Tassa sui Rifiuti (TARI) - in vigore dal 01/01/2023
(approvato con deliberazione del C.C. n. 46 del 29 novembre 2022, pubblicato sul sito del Dipartimento delle finanze del Ministero dell'Economia e delle Finanze il 9 febbraio 2023)
Tariffe TARI anno 2022
(approvate con deliberazione del C.C. n. 21 del 27 aprile 2022, pubblicata sul sito del Dipartimento delle finanze del Ministero dell'Economia e delle Finanze il 22 giugno 2022)
Regolamento Generale delle Entrate Comunali
(approvato con deliberazione del C.C. n. 18 del 30 aprile 2020)
Regolamenti TARI approvati dal Comune
Gli atti di approvazione delle tariffe riferiti agli anni precedenti a quello in corso sono scaricabili dal Portale trasparenza servizio gestione rifiuti urbani, al quadro 3.1.l.  

 


Informazioni generali sulla TARI

La tassa sui rifiuti (TARI),  istituita ai sensi dell’articolo 1, commi 639 e seguenti, della legge 147/2013, è destinata alla copertura integrale dei costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani.

Il servizio integrato di gestione dei rifiuti comprende le attività svolte dal gestore Cosmo S.p.A. relative alla raccolta, trasporto, trattamento, smaltimento e recupero dei rifiuti e allo spazzamento e lavaggio strade,  e le attività relative alla gestione delle tariffe e rapporti con gli utenti, gestite dal Comune di Moncalvo. Gli utenti possono rivolgersi allo Sportello dell'Ufficio Tributi per quanto concerne:
- attivazione, variazione e cessazione del servizio 
- modalità di raccolta attivata sul territorio  
- consegna materiale (chiavi, sacchetti per l'umido, compostiere ecc.) 
- rettifica importi addebitati e rimborsi  
- posizioni tributarie TARI  
- modalità e periodicità di pagamento 
- rateizzazione degli importi dovuti  
- normativa in materia. 

Per maggiori informazioni e dettagli sui servizi erogati gli utenti possono accedere al Portale trasparenza servizio gestione rifiuti urbani e prendere visione della Carta della qualità del servizio gestione tariffe e rapporto con gli utenti.    


Chi paga e su cosa si paga

La TARI è dovuta dai soggetti che possiedono, occupano o detengono a qualsiasi titolo locali o aree scoperte a qualunque uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Il tributo è dovuto dal giorno in cui ha avuto inizio il possesso o la detenzione dei locali ed aree e sussiste sino al giorno in cui ne è cessata la disponibilità, o l’utilizzo, purchè debitamente e tempestivamente dichiarata. Ai fini dell'applicazione del tributo, la superficie tassabile è quella calpestabile. Il tributo è corrisposto in base a tariffa commisurata ad anno solare.
I soggetti passivi, i locali e le aree oggetto del tributo, i locali e le aree escluse dalla TARI sono dettagliati nel Regolamento Comunale per la disciplina della TARI.

La tariffa
I criteri per l’articolazione della tariffa sono definiti dal D.P.R. 158/1999, disciplinante il “metodo normalizzato”.  La tariffa è composta da una quota fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio, e da una quota variabile, rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, alle modalità del servizio fornito e all'entità dei costi di gestione, in modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio, compresi i costi di smaltimento. I costi afferenti al servizio integrato di gestione dei rifiuti sono ripartiti tra le utenze domestiche (abitazioni e relative pertinenze) distinte in relazione al numero  degli occupanti, e le utenze non domestiche (attività) distinte per categorie con omogenea potenzialità di produzione di rifiuti.

Le tariffe (quota fissa e quota variabile) da applicare alle utenze sono approvate annualmente dal Consiglio Comunale in conformità al piano economico finanziario (PEF) relativo al servizio integrato di gestione dei rifiuti.

Il calcolo dell'importo dovuto a titolo di TARI viene determinato come segue:

- per le utenze domestiche, il tributo è composto da una quota fissa, determinata moltiplicando la superficie tassabile dell'immobile per la specifica tariffa unitaria (€/mq), e da una quota variabile, legata solo al numero dei componenti il nucleo familiare;
- per le utenze non domestiche, il tributo è composto da una quota fissa e da una quota variabile entrambe calcolate moltiplicando la superficie tassabile del locale/area per le tariffe unitarie (€/mq), distinte in base alla categoria di appartenenza dell'utenza.

All’importo come sopra determinato  si deve aggiungere il tributo provinciale per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente (TEFA), stabilito nella misura del 5%.

Categorie di utenza
Il tributo comunale sui rifiuti prevede, ai sensi del D.P.R. 27 aprile 1999, n. 158, la suddivisione dell’utenza fra domestica e non domestica, intendendosi:
a) per utenza domestica, le superfici adibite a civile abitazione;
b) per utenza non domestica, le restanti superfici, tra cui le comunità, le attività agricole, agroindustriali, commerciali, industriali, professionali ed in genere tutte le attività produttive di beni e servizi.


Riduzioni e agevolazioni
Per le riduzioni e le agevolazioni si rimanda al vigente Regolamento TARI.
La sussistenza delle condizioni per ottenere riduzioni, agevolazioni. o esenzioni deve essere indicata nella dichiarazione TARI. In presenza di più riduzioni viene applicata esclusivamente la più favorevole all'utente.

Richieste di attivazione, variazione o cessazione del servizio (dichiarazioni TARI)
Gli utenti della TARI devono dichiarare ogni circostanza rilevante per l’applicazione del tributo e in particolare: 
- l’inizio del possesso o detenzione di locali e/o aree assoggettabili al tributo; 
- la sussistenza delle condizioni per ottenere riduzioni, agevolazioni. o esenzioni; 
- la  variazione  di  condizioni  che  determinano  un  diverso  ammontare  del  tributo  (es.  variazione superficie, cambio destinazione d’uso, il verificarsi o il venir meno delle condizioni che danno luogo a esenzioni, riduzioni o agevolazioni previste dal regolamento, ecc.); 
- la cessazione del possesso o detenzione di locali e/o aree assoggettati al tributo. 

Le dichiarazioni di inizio, di variazione e di cessazione devono essere presentate all’Ufficio Tributi, entro 90 giorni solari dalla data di inizio del possesso o della detenzione dell’immobile o dalla data in cui è intervenuta la variazione o la cessazione. 

I modelli da utilizzare sono allegati a fondo pagina.

Per maggiori  informazioni accedere al Portale trasparenza servizio gestione rifiuti urbani - quadro 3.1.y.  


Richieste di rettifica importi addebitati e richieste di rimborso

Gli utenti possono far pervenire all’Ufficio Tributi del Comune di Moncalvo una richiesta scritta di rettifica degli importi addebitati con la quale esprimono, in relazione ad importi ancora da pagare, già pagati o per i quali è stata richiesta la rateazione, lamentele circa  la non correttezza degli importi addebitati.dustriali, commerciali, industriali, professionali ed in genere tutte le attività produttive di beni e servizi.
Qualora, dalle verifiche eseguite a seguito della richiesta di rettifica, emerga la presenza di un credito a favore dell'utente per somme versate e non dovute, il Comune provvederà, entro centoventi (120) giorni lavorativi dalla data di ricevimento della richiesta scritta, ad accreditare l'importo erroneamente addebitato attraverso:
-  detrazione dell’importo non dovuto nel primo documento di riscossione utile; 
-  rimessa  diretta,  nel  caso  in  cui  l’importo  da  accreditare  sia  superiore  a  quanto  addebitato  nel documento di riscossione o  la data di emissione del primo documento di  riscossione utile sia successiva al termine di centoventi (120) giorni.
In caso di maggiori versamenti erroneamente effettuati dall'utente (es. pagamento di una rata Tari in aggiunta al pagamento in unica soluzione), la richiesta di rimborso deve essere presentata al Comune di Moncalvo entro il termine di cinque (5) anni dalla data del pagamento ovvero dal giorno in cui è stato definitivamente accertato il diritto alla restituzione.  

Il modulo di richiesta è allegato a fondo pagina.

Per maggiori  informazioni accedere al Portale trasparenza servizio gestione rifiuti urbani - quadro 3.1.q.  


Presentazione reclami e richieste scritte di informazioni attinenti al servizio di gestione tariffe e rapporto con gli utenti
Gli utenti possono:
1) esprimere lamentele circa la non coerenza del servizio ottenuto con uno o più requisiti definiti da leggi o provvedimenti amministrativi, ovvero circa ogni altro aspetto relativo ai rapporti tra gestore e utente, presentando all’Ufficio Tributi un reclamo scritto; 
2) richiedere delucidazioni sul servizio erogato, presentando all'Ufficio Tributi una richiesta scritta di informazioni.
Si precisa che il Comune di Moncalvo è competente esclusivamente per il servizio di gestione tariffe e rapporto con gli utenti. Per reclami relativi al servizio raccolta rifiuti (es. mancata raccolta nei giorni previsti dal calendario, altri disservizi, cassonetti rotti, serrature non funzionanti, ecc.), è competente la COSMO S.p.A. (tel. 0142-451094 - email prontocosmo@cosmocasale.it).

Il modulo per la presentazione dei reclami è allegato a fondo pagina.

Per maggiori  informazioni accedere al Portale trasparenza servizio gestione rifiuti urbani - quadro 3.1.c.  


Rateizzazione

In caso di: 
- utenti beneficiari del bonus sociale per disagio economico per i settori acqua/luce/gas; 
- utenti che si trovano in una condizione temporanea di disagio economico; 
- importo Tari che supera del 30% il valore medio riferito ai documenti di riscossione emessi negli 
ultimi due (2) anni,  
l’Ufficio  Tributi  può  concedere, previa specifica richiesta, un’ulteriore rateizzazione degli avvisi di pagamento ordinari.

Il modulo per la richiesta di rateizzazione è allegato a fondo pagina.

Per maggiori  informazioni accedere al Portale trasparenza servizio gestione rifiuti urbani - quadro 3.1.x.  


Tariffa giornaliera

Per  le  utenze  soggette  a  tariffa  giornaliera  la  misura tariffaria  è calcolata in  base  alla  corrispondente  tariffa  annuale  del  tributo,  rapportata  a  giorno  e maggiorata del 40%.

Riferimenti Normativi:
Legge 27/12/2013 n. 147
Deliberazione ARERA n. 443/2019
Deliberazione ARERA n. 158/2020

Deliberazione ARERA n. 363/2021 
Deliberazione ARERA n. 15/2022 (TQRIF)

TARI annualità precedenti
Gli atti di approvazione delle tariffe riferiti agli anni precedenti a quello in corso sono scaricabili dal Portale trasparenza servizio gestione rifiuti urbani, al quadro 3.1.l.  

Argomenti utili

Errori di compilazione F24 (in caso di versamento effettuato ad altro ente per errata digitazione del codice catastale del Comune competente).



Ricezione in formato elettronico del documento di riscossione della TARI

Tutti gli utenti possono richiedere di ricevere l’avviso di pagamento della TARI, e le comunicazioni riguardanti le variazioni di rilievo nelle condizioni di erogazione del servizio di raccolta e trasporto e/o del servizio di spazzamento e lavaggio delle strade, e/o dell’attività di gestione tariffe e rapporti con gli utenti, meglio dettagliate all’art. 9, comma 9.1, della Deliberazione ARERA n. 444/2019/R/rif, in formato elettronico tramite posta elettronica ordinaria o posta elettronica certificata all'indirizzo comunicato dagli utenti stessi all'Ufficio Tributi.

A tal fine è necessario compilare l’apposito modulo qui sotto inserito e inviarlo, unitamente al documento di identità valido e non prima di aver preso visione dell'informativa sulla privacy,  all'Ufficio Tributi ai seguenti indirizzi (a scelta del richiedente):
- peo : tributi@comune.moncalvo.at.it 
- pec: protocollo.moncalvo@pec.it

L’invio in formato elettronico del documento di riscossione decorrerà dal primo avviso di pagamento della TARI successivo alla data di presentazione della richiesta di ricezione online.

Alle imprese e ai professionisti dotati di indirizzi PEC presenti nell’INI-PEC, l'avviso di pagamento (documento di riscossione) viene automaticamente inviato per posta elettronica certificata. 

Documenti da scaricare:
- modulo "Richiesta ricezione in formato elettronico del documento di riscossione TARI"
- informativa privacy specifica 

 

 



Modulistica allegata e scaricabile